Gnocchetti Orapi e funghi porcini con caciocavallo trifolato del Matese – Il Mio Molise

Home > Enogastronomia > Gnocchetti Orapi e funghi porcini con caciocavallo trifolato del Matese – Il Mio Molise

Gnocchetti Orapi e funghi porcini con caciocavallo trifolato del Matese – Il Mio Molise

Le prelibatezze del Mio Molise

Gnocchetti Orapi e funghi porcini con caciocavallo trifolato del Matese


Cosa sono gli Orapi o spinaci selvatici  o Buon Enrico

Gli Orapi sono degli spinaci selvatici che crescono sugli stazzi di montagna dove i pastori fanno trascorrere la notte il gregge. Due sono i posti dove poter cercare questa eccellente verdura Monte Marrone, gran parte della catena delle Mainarde e il Matese. La raccolta può essere fatta indicativamente dall’inizio del mese di maggio  a fine giugno, ma, tutto dipende da come si presenta la stagione, E’ un’erba che nasce spontanea sui monti da 1000 a 2000 metri s.l.m. e può raggiungere anche un’altezza di 80 centimetri. Durante e dopo la raccolta lasciano una polverina e nel toccarli si ha la sensazione che le foglie siano farinose e da qui nasce anche il nome di  Farinello.

La ricetta :

La quantità della farina per preparare gli gnocchetti dipende da quante porzioni si vogliono fare e quanti gnocchetti a persona si vogliono preparare.

Per quattro persone prendiamo 350 grammi di farina e un chilogrammo di patate più aggiungiamo il sale quanto basta.

Dopo aver lessate le patate , pelate, schiacciate e fatte raffreddare mischiatele con la farina e impastatele fino a raggiungere un impasto morbido. Dopo aver fatto il panetto togliere dei pezzi e arrotondateli  con le mani fino a raggiungere dei lunghi cilindri di uno spessore più o meno grande come un dito. Tagliate a pezzettini ( di media due centimetri) il cilindretto e incavateli con le dita o con una forchetta per renderli più belli ma anche e soprattutto per far in modo che possano raccogliere più condimento durante la passata in padella. Finita la preparazione lasciate che la pasta degli gnocchetti assorbe un pò di liquidi per la cottura. Nel frattempo fate riscaldare dei pezzettini di cipolla in padella con poco olio e dopo aver tolto la cipolla metteteci dentro gli orapi ben lavati e sminuzzati a mano e lasciateli cuocere per qualche minuto.

Nel frattempo avete già messo a bollire l’acqua per la cottura degli gnocchetti.

A parte avete già messo in padella i funghi porcini tagliati a pezzetti di circa 2 – 3 centimetri  e fatti cuocere con  poco aglio, per evitare di togliere ai porcini il profumo; la cottura va da otto a dodici minuti. (Dipende anche dalla feschezza dei funghi)

 Aggiungete i fughi porcini agli orapi  con olio quanto basta e fate insaporire e rifare per pochissimi  minuti prima di aggiungere gli gnocchetti scolati. Girare il tutto con un cucchiaio di legno e servite con del caciocavallo trifolato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *